De Invidia – Capitolo 2

“Invidioso, io? Figurati, un sentimento che non ho maaaaai provato…!” Non è facile riconoscersi invidiosi, come ben ci dice Ciabattinasx. Ma Ciabattinadx invita a osservare anche come sia difficile riconoscere l’invidia degli altri. Su Corriere Salute di qualche tempo fa leggevo che l’invidia coinvolge due persone, mentre la gelosia, sentimento simile, ne coinvolge tre. Solitamente infatti si prova gelosia verso una seconda persona con cui si gioca l’interesse o l’affetto di una terza. Un esempio? Caino, che si piazza primo nella storia degli invidiosi, giocava al raddoppio: invidioso della bontà di Abele e geloso dell’amore di Dio verso il fratello, che era il suo prediletto.

Caino e Abele. E l'invida apparse sulla Terra

Caino e Abele. E l’invida apparse sulla Terra

Si possono invidiare possessi materiali, qualità umane, carriere, famiglia, ecc… ma soprattutto è un sentimento che si rivela tanto più acuto quanto più l’invidiato è vicino. È facile bruciare d’invidia per la promozione di un collega ma è ben raro invidiare l’uomo più ricco del mondo, che oggi risulta essere il magnate messicano Carlos Slim. E Slim, che in inglese come ben si sa significa snello, mi fa venire in mente un piccolissimo racconto d’invidia. Location: bar di una nota casa editrice, due giornaliste chiacchierano bevendo il caffè. Le guardo studiarsi, osservarsi, soppesarsi, sempre conversando amabilmente. Arrivato il momento del commiato, la prima si allontana di qualche passo poi, con un magistrale coup de thèâtre, si volta verso la prima urlando “Sei magriiissssima!!” e l’altra, con una prontezza invidiabile replica “Anche tuuuuuuuuuuu!”. Un palleggio magistrale, in cui le due si sono rilanciate sotto forma di complimento, una bottarella d’invidia di quelle strong. Ah che saggezza Gibran quando affermava “L’invidioso mi loda senza saperlo”.

Anche i bracchetti invidiano

Anche i bracchetti invidiano

About these ads

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s