Cose belle che succedono a Milano. Che è una città accogliente, checché se ne dica

Tutto comincia da Livorno o meglio da Pisa. La ciabattinasx lì è cresciuta, un po’ di tempo fa. Lì ha conosciuto una ragazza che è rimasta sua amica pur nella lontantanza, e che ora sta a Livorno e che è sempre stata intonata e da un po’ ha cominciato a cantare in un coro: il coro Garibaldi d’assalto. Un nome pieno di fierezza come le camicie rosse e gli scialli rossi dei coristi, come il portamento e lo slancio con cui intonano i canti di protesta, i canti sociali e i canti partigiani. Il coro Garibaldi d’assalto ha un fondatore, Pardo Fornaciari, che è anche un ricercatore di canti sociali.

10540402_10204577010282375_735425195717516551_n

E il mondo dei canti sociali è così variegato e ricco che un ragazzo sardo 10 anni fa ha deciso di creare un sito che li raccogliesse e ne conservasse la memoria: www.ildeposito.org. E sabato e domenica si è festeggiato il decimo compleanno del Deposito, alla Scighera qui a Milano.

10542002_853625404657355_6405625391174359527_n10356179_853625771323985_4984882992436614501_n10665090_853626774657218_2443864514952445798_n

E abbiamo passato due bellissime serate. La prima, quella di venerdì, dominata da Davide Giromini, fantastico fisarmonicista. Con una faccia un po’ da Nosferatu, una grande intensità e la magia di uno strumento con un suono così ricco e potente che ti invade e riempe completamente. La seconda, quella di sabato, con Anna Barile, Claudio Cormio, Paolo e Isabella Ciarci, Marco Rovelli, Pardo Fornaciari, Giubbonsky, ancora Davide Giromini, e poi una divertentissima jam session.

10349886_853656114654284_5151348835857960928_n10479727_853660127987216_3392456234613892281_n10649680_853680707985158_5443439244427812678_n10426586_853660254653870_3805551609948738680_n1601471_853684191318143_3945473328321283115_n1898201_853683684651527_4899968012419480885_n

E sapete qual è la cosa più bella? Che si cantava tutti. Anche io che sono stonata (lo so, chi canta poi ti dice che non esistono gli stonati, che a cantare si impara ecc, ma io vi assicuro che quando sento gli altri che cantano e me stessa, beh la differenza la sento, non sono mica sorda!). Ho cantato con gusto e sono stata contenta di averlo fatto!

Quindi ringrazio Il deposito per il lavoro che ha fatto, la Scighera per aver ospitato la serata (avrei anche voluto rubare alcune poltroncine vintage con cui hanno arredato la sala, ma mi sono trattenuta), la mia amica per avermi fatto partecipare al canto, e Narciso (che fa parte anche lui del coro Garibaldi d’assalto) per le foto che vedete qui (e aggiungo per chi mi legge abitualmente che le foto non sono mie solo perché avevo dimenticato la macchina fotografica, dopo la prima lezione intensiva con Giacomo Artale sono già migliorata!).

E d’ora in poi se vi viene voglia di cantare, non trattenetevi!

 

 

3 thoughts on “Cose belle che succedono a Milano. Che è una città accogliente, checché se ne dica

  1. grazie, bell’articolo! una precisazione: gli stonati esistono ma sono una percentuale piccolissima rispetto a quanti si definiscono tali. sono persone con problemi fisici generalmente legati all’udito. proprio perchè senti la differenza non sei stonata, ma solo non educata al canto, o ad una corretta respirazione…. Quante belle voci si perdono in questa mistificazione dell’intonazione come dote naturale! Pensare che esistono popoli che la parola “stonato” non ce l’hanno neppure nel vocabolario… E poi, alla fine, hai ragione, chi se ne importa… cantare è un espressione di sè e va rivendicata, appunto, cantando!

  2. Pingback: Milano città del libro 2015: un titolo conquistato sul campo grazie anche a Bookcity | ciabattine

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s