Happy popping: tutto quello che avreste voluto condividere e non avete mai osato chiedere.

Condividere o non condividere, questo è il problema. Sono matematicamente certa che oggi il buon Shakespeare riscriverebbe il famoso monologo di Amleto così. Perché ora la condivisione è tutto, sia “social” sia… sociale, a tutti i livelli. E Milano by Morning, la rubrica delle curiosità diurne milanesi, lo può ben confermare. Proponendovi una condivisione “dal vivo” (non la solita condivisione sui social media di foto/parole/canzoni eccetera), un’esperienza che abbraccia un po’ tutti, ma in prima battute mamme e bimbi. Sono proprio le mamme, si sa, ad aver dato vita a una community digitale immensa, per mettere in comune problemi e racconti quotidiani, e non vivere “in solitaria” l’avventura della maternità. E pensando a loro sono nati piacevoli spazi di aggregazione, dove ritrovarsi e vivere insieme ciò che si farebbe a casa propria, talvolta sentendosi un po’ isolate. Una delle attività da condividere? La poppata! A Milano in breve tempo si sono moltiplicati i luoghi che accolgono mamme e neonati, targati “Happy Popping”, ove allattare e cambiare il pannolino. Non solo Ikea, ma anche bar, ristoranti, cinema e musei: per sapere quali sono basta cercare la vetrofania che vi indichiamo qui di seguito.

Ecco la vetrofania che segnala i luoghi della "poppata felice" anche in compagnia di altre mamme

Ecco la vetrofania che segnala i luoghi della “poppata felice” anche in compagnia di altre mamme

Ma Laura-Dì, per le mattine Ciabattine, ovvero Milano by Morning, ha fatto un passo in più: ha trovato uno spazio cittadino che fa davvero della condivisione il suo leit-motiv. Si chiama Mamusca, e la mascotte è una matrioska: sì, perché al suo interno sono racchiuse tante idee realizzate in concreto. Non più sole, le mamme si trovano la mattina nella parte retrostante del negozio per allattare e ancor più per raccontarsi l’esperienza di madri così come di donne, di lavoratrici, di compagne. E i piccoli colgono di sicuro vibrazioni positive, assaggiando anche la prima esperienza di socializzazione. In aggiunta Mamusca ha una simpatica caffetteria, la libreria “Libri di Luna”.. e i bambini possono divertirsi con giochi tutti di legno realizzati in Italia e nel pomeriggio ritrovarsi anche per fare i compiti. Anche le superfici dei tavoli ripropongono giochi classici intelligenti…

Schermata 2014-10-14 alle 10.38.28

Photo: Laura Donati

Schermata 2014-10-14 alle 10.38.50

Photo: Laura Donati

L’età di Mamusca è molto vicina a quella dei bimbi: ha appena festeggiato il suo primo anno di vita. E per celebrarlo? Tutti gli amici del quartiere hanno condiviso (ancora una volta!) di tutto: nelle strade hanno portato tavoli, sedie, cibo, qui è intervenuta anche la celebre Banda degli Ottoni a Scoppio e sempre sotto il segno del “progettare insieme” Paola della Pergola (vi ricordate la signora che guida nella tintura con le foglie?) ha sferruzzato in buona compagnia realizzando metri e metri di filato. Con questo hanno rivestito a festa gli alberi e i pali della luce delle vie: un ornamento che più di ogni altro ha testimoniato il calore della condivisione!

Sferruzzare & condividere: così si sono prodotti i filati per vestire a festa il quartiere

Sferruzzare & condividere: così si sono prodotti i filati per vestire a festa il quartiere (photo:Laura Donati)

Anche i pali fanno la loro bella figura (photo:Laura Donati)

Anche i pali fanno la loro bella figura (photo:Laura Donati)

P.S. per un “incontro ravvicinato” con Mamusca, trovate tutte le info qui: http://www.mamusca.it

 

About these ads

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s