Che bello quando trovo un libro che quando lo sto per finire mi dispiace.

Che bello e che brutto, trovare un libro così. Per fortuna la milanese sui libri è una donna fortunata, che ha a disposizione molti più libri di quanti ne potrebbe mai leggere.

Tra tutti questi libri c’è La felicità dell’attesa di Carmine Abate.

IMG_8881

Devo confessare che all’inizio non mi sono entusiasmata. Mi sono detta Carmine scrive sempre lo stesso libro (cosa che peraltro si dice di tutti gli scrittori). Gli emigranti. Il padre assente. La Calabria. Il dolore di andarsene.

E poi, dopo una cinquantina di pagine, che sia lo stesso libro o no, si vive dentro quel libro. I personaggi diventano amici intimi, di quelli con cui non ti stanchi mai di parlare. Il ristorante italiano dove lavorano i protagonisti diventa il posto dove vorresti andare a mangiare stasera. Senti il profumo dei cibi, te li pregusti, sei quasi stupito di non vederteli in tavola.

Pagina dopo pagina, sei sempre più immerso nella storia, e quando realizzi che sei verso la fine, ti dispiace. Sai che ti mancherà, quella compagnia che ti fa il libro la sera, quando sulla casa scende il silenzio, il buio, gli impegni sono finiti e finalmente ci si può godere qualcosa di speciale e unico, che è la creazione di un mondo inesistente ma ciononostante verissimo, tutto nella nostra testa. Perchè lo sappiamo, è questa la magia della lettura.

E tra tutti i maghi scrittori, Carmine Abate è certo uno dei più bravi. Perchè per creare i personaggi, per renderli così reali e toccabili, ha creato una lingua e quindi un mondo. Una lingua che mescola l’italiano con il dialetto, con un effetto che io trovo meraviglioso, tanto che alla fine dei suoi libri mi piacerebbe trovare l’occasione per dire “sanizzo” di qualcuno che sta bene, “paccio” degli squinternati che incontro, un “pochicello” invece di un pochettino…

Ecco, vi ho detto quello che mi premeva. La trama, come sempre, la trovate sulla quarta di copertina, o la scoprite leggendo. Io ve lo consiglio proprio caldamente! E stampatevi grande sopra la scrivani questa citazione di Sant’Agostino

IMG_8882

E se siete a Bookcity Carmine Abate fa un incontro con il pubblico sabato alle 14.30 alla Libreria Mondadori di piazza Duomo.

Buona giornata!

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s